Anne e campanellino

C' era una volta,
in un paese lontano lontano, una bambina di nome Anne.
Anne era alta un barile e mezzo, aveva i capelli lunghi, lisci e color del miele di castagno; viveva insieme alla mamma e al babbo in una casa tutta di pietra nel bel mezzo del bosco. In una radura poco lontana dalla loro abitazione, facevano pascolare la mucca Flora e il piccolo gregge capeggiato da unĺastutissima pecorella bruna di nome Campanellino.

Campanellino era la disperazione di mamma Benedetta e papÓ Tomeo ed anche della piccola Anne; la birbante era capace di prendere iniziative davvero sconcertanti in cui poi coinvolgeva tutto il gregge. Una volta, per esempio, decise di voler saltare a tutti i costi lo steccato che segnava il confine tra il pascolo di Tomeo e un altro; ma, dopo averci provato pi¨ volte, rimase incastrata a penzoloni nel vuoto tra i due pascoli. Campanellino, per lo spavento, inizi˛ a belare a pi¨ non posso, tutte intorno le altre pecore presero a belare anche loro a perdifiato e Flora la mucca, irritata da tutto questo trambusto, smise di dare latte per due giorni.
Quante emozioni quel giorno per Anne che non faceva altro che andare, dal pascolo a casa, per tenere informata la mamma su come, papÓ Tomeo, cercava di disincastrare Campanellino e calmare poi tutto il gregge.
Benedetta prendeva il tutto con molta filosofia, sapeva di che pasta era fatta Campanellino e quindi non si stupiva pi¨ di tutti i guai che combinava, per˛ sapeva anche che era la pecora pi¨ simpatica che avesse mai avuto e quanto latte dava e che buon formaggio se ne ricava!

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE LA STORIA

 


Fiabe e Poesie


Home page