[Home] [Su] [fotolago] [fotolago1] [oasi] [fauna] [flora]

l'oasi faunistica

   

Parlare di pace Ŕ riduttivo nel silenzio che ci circonda, eppure alla prima luce dell'alba da queste parti echeggiano le "voci" degli alti pascoli. Come quelle roche dei cervi o l'abbaiare dei caprioli, per citarne alcune.
L'oasi copre un'area di oltre 2300 ettari ed Ŕ stata istituita per proteggere la fauna residente.
Gli animali pi¨ frequenti sono la marmotta, che vive al di sopra del limite arboreo, in numerose, visibili buche nei pressi di massi o nella terra. Questi roditori sono entrati dal territorio austriaco nel secondo dopoguerra, e sono la preda abituale dell'aquila reale che nidifica sulle rocce a strapiombo.
L'ermellino, che frequenta le praterie e le zone rocciose, dove si rifugia nelle tane dei roditori, nelle cataste di legna, nelle cavitÓ degli alberi o nelle casere abbandonate.
E' presente inoltre una specie tipica delle cime rocciose e dei precipizi: il camoscio la cui specie ha un lento incremento a causa dell'alta mortalitÓ naturale e dei parti quasi mai gemellari.
E naturalmente il capriolo, amante dei boschi o delle radure limitrofe, ed il cervo.