titolo: Il primo piano

Se la disposizione del pianterreno resta sempre fissa, il primo piano viene cambiato a rotazione con il materiale documentario e fotografico, come ad esempio la raccolta di oltre 150 cartoline di Servola e dintorni dalla fine '800 ai giorni nostri.
Al momento attuale in allestimento una mostra dedicata al centenario della Ferriera.
Vi sono esposti gli indumenti che gli operai indossavano, copiose immagini e fotografie che testimoniano i duri ed estremi ritmi di lavoro e condizioni di vita degli operai all'interno dello stabilimento, inoltre vi sono appesi alla parete documenti e manifesti dello stabilimento.
Qui possibile ammirare inoltre una collezione dei tipici costumi servolani posta sotto una vetrina: il vestito della mandriana,ossia delle donne dei dintorni, quali Barcola, Opicina, Cattinara e Basovizza; e quello tipico della donna servolana, portato fino a San Giuseppe e addirittura oltre fino alla penisola istriana.Sono esposti pure gli abiti tipici dei bambini, sia in versione femminile che maschile.
uniforme degli operai
Questi abiti fino a poco tempo fa venivano conservati fino a poco tempo fa  nelle cassapanche di anziane signore del luogo.
In una sala soprastante, adibita a magazzino, sono conservati dei magnifici corredi di nozze comprendenti tovaglie, indumenti intimi,asciugamani, scialli, fazzoletti finemente ricamati. Tale stanza non visitabile ma in alcuni casi (per esempio studi, ricerche in campo etnografico o storico) tale stanza viene aperta per l'interessato.
tipico costume servolano
caregon, cappello tipico Accanto ai costumi risalenti agli anni 1860-70, possono essere ammirati i cappelli di paglia e invernali, quali il "caregon", rivestito di pelliccia, tipico accessorio   maschile, inoltre il cappello di paglia con delle fascie colorate, portato dalle donne nella bella stagione.

 

torna a Il museo torna alle Caratteristiche torna alla home page torna a TSR